Hai delle domande a cui non hai ancora trovato risposta?

Hai delle domande che ti assillano da tempo e che non hai mai avuto il coraggio o l’opportunità di chiedere ad un medico?

.

 

Questo 2015 sta giungendo al termine: è ora di fare un resoconto di quanto è stato fatto durante l’anno.

In questi dodici mesi gli argomenti da noi toccati sono stati tanti.

Nei 52 articoli pubblicati si è passati, dall’incontinenza fecale alle emorroidi, dallo sport agli integratori, dalla manometria anale alle ragadi, fino a parlare di alimentazione.

Abbiamo affrontato questi argomenti con uno scopo ben preciso: fare informazione e parlare di alcune tematiche considerate spesso tabù nelle conversazioni di ogni giorno.

Tematiche spesso altamente imbarazzanti e delle quali non si vorrebbe mai parlare con nessuno, neppure con le persone a noi più care.

Il nostro impegno costante nel rispondere alle vostre domande tuttavia non ha intenzione di fermarsi qui.

Per il 2016, infatti, abbiamo in serbo molte novità interessanti.

Una di queste è la possibilità di scrivere direttamente a noi, in forma anonima, delle domande che vorresti sottoporre a degli specialisti in ambito coloproctologico.

Le domande che possono sembrare banali e scontate per una persona possono essere il punto debole di molte altre, proprio per questo cercheremo di dare risposta al maggior numero possibile di quesiti.

Ci teniamo a precisare che le domande saranno trattate in forma anonima.

Tuttavia, in caso di domande molto personali, che richiedono quindi una valutazione del caso clinico specifico da parte del medico, ti suggeriamo di illustrare il maggior numero di informazioni possibili per fornire una panoramica adeguata sul caso clinico specifico.

 

Ricordati di iscriverti alla newsletter di THD Salute e Benessere per essere informato non appena l’articolo con la risposta alla tua domanda sarà pubblicato.

 

(Visited 762 times, 1 visits today)

Iscriviti alla Newsletter!
Ricevi gli articoli di THD Salute e Benessere

Unisciti agli altri 774 iscritti alla community!

4 Commenti

Lascia un Commento
  • Salve. Sono Giuseppe. Non ho problemi di andare in bagno. Vado normalmente almeno 1/2 volte al dì. A maggio 2015 prima di andare in piscina credevo di riandare nuovamente al bagno e mi sforzavo , riuscivo a fare qualcosa(un pochino) poi andavo in piscina. Questa storia è durata molti mesi, poi dopo un viaggio in macchina, a settembre 2015 ho cominciato ad avere dolori quando andavo in bagno, quando mi sedevo, fino a che mi sono completamente allettato . Dopo aver preso inutilmente delle creme prescritte dal mio medico, il 4 novembre 2015 il proctologo mi prescrive rectogesic . Dopo circa 25 gg. Sto bene. Sospendo la cura. Mi ritorna il problema . Torno dolorante al proctologo che mi dice di ricontinuare la cura. Mi riprendo. Dopo circa 40 gg. Sembra di essere guarito , sospendo la crema, ma invece dopo circa 4 gg. Ricado nel delirio. Ieri ho sospeso rectogesic . Ho fatto un impacco di acqua calda e sale, ho mangiato uno spicchio d’aglio. Cosa devo fare? Devo riprendere rectogesic ? A vita? Vi ringrazio per i vs. Consigli. Giuseppe.

    • Gentile Giuseppe,

      grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza.

      Il consiglio che possiamo darle è quello di rivolgersi ad un proctologo e avere un altro parere in merito, oltre a quello che ha già avuto nell’ultimo periodo e che, come lei ci ha detto, non ha portato a grossi risultati.

      Può trovare al seguente link un elenco di centri con specialisti qualificati a cui potersi rivolgere. Può comodamente selezionare la sua regione di appartenenza, ovvero il Piemonte, e le comparirà un elenco di centri, con i relativi referenti e numeri di telefono.

      Elenco dei centri.

      Le auguriamo di poter risolvere quanto prima il suo problema e di poter riprendere a condurre una vita quanto più normale.

      A presto,
      THD Salute e Benessere

  • Buongiorno ho effettuato una visita proctologica e l’anoscopia mi ha provocato dolore. È possibile? Mi è stata riscontrata una ragade. È per questo motivo e anche perché ero teso e contratto ?

    • Gentile Alessandro,

      grazie per averci scritto.
      L’anoscopia non è un esame doloroso in linea teorica. Abbiamo affrontato questa tematica con il Dr. Cannici, il quale ci ha confermato che questo esame non provoca dolore.
      La invitiamo ad ascoltare il suo intervento al seguente link http://blog.thdlab.it/anoscopia-che-cosa/ .
      Tuttavia, in presenza di una ragade anale, come da lei descritto, il fastidio può essere maggiore.

      A presto,
      THD Salute e Benessere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Disclaimer Questo sito è a scopo puramente informativo e non va inteso come un sostituto del parere medico. Per qualsiasi problema di salute, THD vi invita a consultare il vostro medico curante. Copyright THD Spa © 2015.