Insufficienza venosa cronica ed emorroidi

L’insufficienza venosa cronica è un’alterazione della circolazione venosa che può causare numerosi disturbi e fastidi.

I primi sintomi del problema si manifestano solitamente con un senso di pesantezza e gonfiore alle gambe, spesso nella zona intorno alle caviglie.

Ma non molti sanno che l’insufficienza venosa cronica può essere un fattore aggravante per disturbi ancora più sgradevoli e imbarazzanti, come la patologia emorroidaria.

La patologia emorroidaria è una delle più comuni manifestazioni di insufficienza venosa cronica a carico dei plessi emorroidali.

Questa insufficienza provoca infatti stasi sanguigna e innesca processi infiammatori a livello locale, con conseguente edema e progressivo indebolimento dei vasi periferici.

Tutto questo porta al manifestarsi di disturbi quali prurito, bruciore, dolore e sanguinamento.

circolo vizioso emorroidi

Si parla di patologia emorroidaria quando i cuscinetti emorroidari aumentano troppo di volume, o divengono sede di ematomi e cominciano a sanguinare e prolassare o, ancora, quando al loro interno si forma un trombo pruriginoso e dolente.

Scopri di più sulla patologia emorroidaria!

Prevenire l’insufficienza venosa

L’insufficienza venosa insieme alle sue possibili conseguenze, tra cui la patologia emorroidaria, può essere prevenuta o contenuta con alcuni piccoli accorgimenti.

Un aiuto dall’alimentazione e dai bioflavonoidi

Per aiutare la circolazione venosa è importante bere a sufficienza (almeno 1.5 – 2 litri al giorno) e dedicare particolare attenzione all’alimentazione inserendo nella propria dieta alimenti ricchi di bioflavonoidi, come mirtilli, agrumi, mele, albicocche, cavoli, broccoli, spinaci, pomodori, cipolle, thé.

Queste sostanze hanno la capacità di ridurre la permeabilità e la fragilità capillare e si rivelano quindi particolarmente utili nel ridurre la formazione di edemi negli arti inferiori e nell’aiutare a contrastare alcune patologie di interesse proctologico, come le emorroidi.

Fleben® 1000 è un integratore alimentare ad alto contenuto di bioflavonoidi, il cui mix di sostanze è stato studiato, oltre che per contrastare il senso di gonfiore e pesantezza delle gambe tipico dell’insufficienza venosa, proprio per il trattamento della patologia emorroidaria.

L’importanza dell’attività fisica

L’attività fisica agisce positivamente sia sulla salute e la regolarità del nostro intestino che sul benessere del microcircolo.

In presenza di insufficienza venosa cronica e in particolare di emorroidi, esistono alcune attività sportive da cui possiamo trarre particolare beneficio, come ad esempio il nuoto e la ginnastica in acqua.

 

E se tutto ciò non fosse abbastanza?

Nei casi in cui non si trovasse giovamento da flavonoidi e attività fisica, l’insufficienza venosa può dare il via a problemi di natura emorroidaria.

Nei casi più severi, lo specialista coloproctologo potrà consigliarci il trattamento chirurgico, avvalendosi di metodiche mini-invasive, come il metodo THD® Doppler, che permettono di ridurre al minimo gli effetti collaterali e ritornare rapidamente alle normali attività.

Soffri di emorroidi?

Al contrario, negli stadi iniziali, oltre che con le buone abitudini indicate per la prevenzione della patologia, è possibile intervenire con terapie a livello locale, che permettono di trattare il problema e alleviarne i sintomi tra cui dolore, fastidio e prurito.

L’azienda THD ha recentemente reso disponibile un nuovo dispositivo medico, coadiuvante al trattamento della patologia emorroidaria e dei sintomi ad essa correlati.

Chiedi allo specialista coloproctologo ulteriori informazioni su questo prodotto.

 

Trova lo specialista più vicino a casa tua!
      (Visited 174 times, 1 visits today)

      Iscriviti alla Newsletter!
      Ricevi gli articoli di THD Salute e Benessere

      Unisciti agli altri 774 iscritti alla community!

      4 Commenti

      Lascia un Commento
      • Ho visto la scorsa settimana il medico che mi ha operata con metodo Thd….sembrava tutto ok….invece mi è spuntata una marisca. Così l’ ha chiamata, ma questa non è pelle morta, è gonfia e molto dolorante.
        Mi ha consigliato di aspettare che l edema si riassorba….ma di quale edema parliamo? Se fosse pelle non dovrebbe essere gonfia e fare così male. Per affrontare la giornata devo per forza per forza prendere un antidolorifico al giorno….ma sto distruggendo lo stomaco. Sto mettendo anche la Celevis ma il dolore non si allevia….vorrei sapere come quando e se passerá. Ci sono cure antinfiammatorie adatte?

        • Gentile Barbara,

          grazie per averci scritto.

          Essendo lei già in contatto con il medico che l’ha operata la invitiamo a confrontarsi direttamente con il suo specialista.

          Solo il suo specialista, vista la propria competenza medica e la conoscenza approfondita del suo caso, può darle una risposta chiara e specifica in merito.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      • buongiorno chiedo una vostra possibile entrare contatto
        con vostri medici telefonando non riesco contattare
        aspetto risposta un cordiale
        saluto sergio

        • Gentile Sergio,

          inserendo sulla mappa che trova a fine articolo la sua città di riferimento potrà trovare tutti i centri più vicini a casa sua con i relativi referenti e numeri utili da contattare per fissare una visita.

          Qualora ci fosse qualche problema a mettersi in contatto con uno di questi centri, ci attiveremo per verificare e risolvere il problema quanto prima.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      Lascia un Commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato.

      Disclaimer Questo sito è a scopo puramente informativo e non va inteso come un sostituto del parere medico. Per qualsiasi problema di salute, THD vi invita a consultare il vostro medico curante. Copyright THD Spa © 2015.