Emorroidi sanguinanti: tutto risolto con THD Doppler

Franco è un uomo di 82 anni che nella vita ha affrontato sempre proattivamente tutte le difficoltà che gli si sono presentate.

Così è stato anche per il sintomo principale legato alla presenza di emorroidi: il sanguinamento.

Sarà riuscito a risolvere il suo problema?

La sintomatologia riportata, all’epoca della prima visita, da Franco al Dr. Cannici era piuttosto recente.

Franco infatti, non appena ha notato la comparsa di qualcosa di anomalo, ha prenotato una visita dal Dr. Cannici, chirurgo proctologo specializzato, e gli ha raccontato la comparsa di emorroidi sanguinanti e dolori durante l’atto defecatorio.

Se per quanto riguarda il dolore esso era contenuto, la perdita di sangue al contrario era piuttosto cospicua, tanto da portare Franco a diventare anemico.

Il Dr. Cannici nell’intervista ci tiene a descrivere lo stato di salute di Franco, in quanto il suo caso è abbastanza particolare.

Franco infatti soffriva di proctite attinica causata da una precedente radioterapia.

Con il termine proctite attinica si fa riferimento a un’infiammazione della parte terminale del colon che insorge dopo essersi sottoposti a trattamenti radioterapici a seguito di un tumore.

Il sanguinamento era quindi provocato sì dall’emorroide di III grado, ma anche da questa sua condizione particolare.

 

Il recupero dopo l’intervento con il Metodo THD® Doppler

“Dolore naturalmente ne ho avuto il primo giorno, poi dico la verità ho fatto una notte bella tranquilla, ho dormito tranquillamente … in due giorni penso che me la sono cavata.”

Il recupero post-operatorio a seguito dell’intervento THD® Doppler è generalmente rapido e indolore.

I pazienti infatti avvertono solamente un senso di peso a livello anale, come se dovessero andare a defecare, il cosiddetto tenesmo.

Questo falso stimolo si avverte a seguito dell’operazione in quanto i tessuti sono gonfi e indolenziti dall’operazione, ma tutto ciò va migliorando e passa nel giro di qualche giorno.

Questo dolore che Franco ha avvertito i primi due giorni non gli ha comunque impedito di svolgere la sua convalescenza con serenità.

Alla richiesta del Dr. Cannici se avesse fatto uso o meno di analgesici per combattere questo dolore, Franco ha risposto prontamente di no.

Il dolore infatti non era tale da implicare il ricorso ad analgesici.

 

Emorroidi sanguinanti: i risultati ottenuti

Dal giorno dell’intervento Franco non ha più avuto problemi. I sanguinamenti sono cessati completamente.

Dopo l’intervento è stato riscontrato anche un miglioramento per quanto riguarda la stitichezza di cui Franco soffriva: “Vado anche due volte al giorno”.

“Sono veramente contento di aver fatto questo passo qui.”

Come è comprensibile, Franco è rimasto molto contento della sua ritrovata serenità a seguito dell’intervento con il Metodo THD® Doppler.

 

Se anche tu vuoi avere maggiori informazioni su questo metodo di trattamento della patologia emorroidaria consulta la pagina dedicata.

Per prenotare invece una visita da uno dei tanti specialisti in Italia, come il Dr. Cannici, cerca il centro THD più vicino a casa tua nella mappa.

      Iscriviti alla Newsletter!
      Ricevi gli articoli di THD Salute e Benessere

      Unisciti agli altri 795 iscritti alla community!

      Lascia un Commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato.

      Disclaimer Questo sito è a scopo puramente informativo e non va inteso come un sostituto del parere medico. Per qualsiasi problema di salute, THD vi invita a consultare il vostro medico curante. Copyright THD Spa © 2015.