Quando bisogna operarsi di emorroidi?

Con l’avanzare dell’età i problemi di emorroidi aumentano.

Raggiunti i 50 anni almeno il 50% delle persone soffre di emorroidi.

Ma quando è necessario operarsi? Ne abbiamo parlato con il dott. Francesco Cannici, chirurgo specializzato in coloproctologia.

Le emorroidi devono essere sempre operate?

Secondo il dott. Cannici è importante fare una distinzione tra emorroidi sintomatiche e asintomatiche.

In tutte le persone esistono infatti le emorroidi interne ed esterne, in quanto facenti parte della normale anatomia umana.

Le emorroidi interne sono un complesso di vasi sanguigni presenti lungo le pareti del canale anale. Quando sono in condizioni normali non si nota la loro presenza, e svolgono un ruolo importante nel contenimento delle feci.

Le emorroidi esterne sono dei cuscinetti ricoperti dall’anoderma presenti al di sotto della linea dentata ed in prossimità dell’ano.

Emorroidi interne ed esterne che non presentano sintomi patologici vengono definite “emorroidi asintomatiche”.

Le emorroidi asintomatiche non devono quindi essere operate se non presentano disturbi quali dolore, sanguinamento o prurito.

Come ricorda il dott. Cannici “ha un’evidenza assolutamente importante la sintomatologia, non solo il quadro che noi vediamo alla visita e in anoscopia”.

Soffri di emorroidi?

Consulta uno specialista

Cosa si può fare prima di operare le emorroidi?

In caso le emorroidi diano fastidio e siano presenti in gradi non elevati, è innanzitutto consigliabile modificare il proprio stile di vita e la propria dieta.

Uno stile di vita sedentario favorisce il prolasso emorroidario e peggiora il microcircolo venoso.

Per ovviare a ciò è indicato fare attività fisica regolare e che non preveda sollevamento di pesi eccessivi.

Unitamente a ciò è possibile integrare nella propria dieta i bioflavonoidi, ovvero sostanze di origine naturale che favoriscono il microcircolo.

Esistono in commercio diversi integratori, ma THD Fleben® 1000 si distingue per la quantità e la qualità di bioflavonoidi in esso contenuto.

Anche l’alimentazione ha un ruolo fondamentale nella gestione delle emorroidi: è consigliabile infatti avere un’idratazione corretta al fine dal mantenere le proprie feci della giusta morbidezza.

Feci troppo dure possono infatti causare uno sforzo sulla muscolatura interna e portare ad un prolasso emorroidario.

Per trovare una giusta consistenza delle feci è possibile aggiungere alla propria dieta THD Fibraid® un integratore a base di fibre di origine naturale che aiuta l’intestino a ritrovare la propria regolarità.

 

E se questo non bastasse?

Esistono interventi ambulatoriali che possono essere effettuati in breve tempo.

Tra questi la legatura elastica delle emorroidi.

Si tratta di un semplice intervento ambulatoriale durante il quale le emorroidi vengono legate con un piccolo anello elastico che riduce l’afflusso di sangue e quindi il loro gonfiore.

Si tratta di una procedura molto semplice, veloce e poco dolorosa, ma che deve essere vista come un primo tentativo prima di arrivare all’operazione vera e propria.

 

Quando bisogna operarsi?

Una volta provati tutti gli approcci elencati, se le emorroidi continuano a presentarsi con una sintomatologia patologica, allora è possibile ricorrere a un’operazione chirurgica vera e propria.

Esistono diverse metodiche che possono essere impiegate per trattare la patologia emorroidaria.

Solo un medico specialista può consigliare il metodo corretto per la specifica persona.

Tra le metodiche specifiche per le emorroidi si trova il metodo THD® Doppler.
Si tratta di un metodo veloce, mini-invasivo e che riporta le emorroidi nella loro posizione corretta, preservandone la funzione di contenimento delle feci.

Soffri di emorroidi?

Consulta uno specialista

Non perdere tempo: mettiti in contatto con uno specialista della coloproctologia e risolvi i tuoi problemi!

 
Hai avuto esperienze nella cura delle emorroidi? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Trova un centro THD vicino a casa tua!

      Desideri ricevere notizie aggiornate su THD Salute e Benessere direttamente sulla tua mail? Iscriviti alla newsletter THD Salute e Benessere!

      Iscriviti alla Newsletter!
      Ricevi gli articoli di THD Salute e Benessere

      Unisciti agli altri 988 iscritti alla community!

      11 Commenti

      Lascia un Commento
      • Io sono stato operato con il metodo thd o risolto il problema del sangue pero quando vado in bagno mi escono fuori pero quando mi alzo dal water se ne entrano sono andato dal dottore e mi disse che e la mucosa ma e normale nn so cosa pensare

        • Buongiorno Salvo,

          grazie per averci scritto.

          Il Metodo THD Doppler è efficace nel trattamento sia del sanguinamento che del prolasso.

          La completa risoluzione della patologia emorroidaria può essere ottenuta solo se in seguito all’operazione vengono corrette anche le cause principali che hanno causato le emorroidi in primo luogo.

          Tra queste cause ci possono essere fattori alimentari da correggere (ad esempio una dieta non indicata per le emorroidi) oppure abitudini legate al proprio stile di vita che possono favorire il prolasso emorroidario (ad esempio il sollevamento di carichi pesanti o lo stare molto seduti).

          La invitiamo quindi a chiedere un controllo più accurato al suo medico.

          In caso desideri una seconda opinione medica, può contattare un secondo specialista della coloproctologia cercando nella mappa dei centri THD.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      • Sono 5 gg che curo le emorroidi esterne con proctalyn, ma dopo il secondo giorno di fuori uscita mi iniziano a sanguinare.
        Ad oggi nessun miglioramento, nessuna rientranza ed equilibrio ma per fortuna nessun dolore solo un pó di prurito e bruciore dopo aver messo la pomata.
        Domani mi reco dal dott. Per visita specialistica

        • Gentile Cristian,

          grazie per averci scritto.

          Ha fatto la scelta corretta a consultare un medico specialista in quanto solo un coloproctologo può fornirle una risposta chiara e su misura ai suoi bisogni, valutando se la terapia che sta seguendo è adeguata o meno.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      • Soffro di emmorroidi solo quando vado in bagno che mi fuoriescono una volta finito manualmente mi aiuto a farli ritornare nella sua posizione dopo nessun tipo di fastidio

        • Gentile Davide,

          la sintomatologia da lei descritta, quindi una fuoriuscita delle emorroidi all’atto della defecazione e un successivo ritorno manuale delle stesse nella loro sede naturale, può essere attribuibile ad un III grado della patologia.

          Le consigliamo di rivolgersi ad un proctologo per valutare assieme a lui la situazione ed eventualmente procedere, laddove fosse ritenuto necessario, con un trattamento ad hoc.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      • Sono anni ke ho problemi con le emorroidi xo da un annetto nn avevo grandi disturbi
        3 mesi fa ho avuto un problema alla schiena quindi sono rimasta bloccata e diventata stitica con la conseguenza che le emorroidi si so ripresentate con dolori e fuoriuscite
        ogni mattina ho gli incubi ..ora so 3 gg ke sembra riesco ad andare morbida
        A volte ho senzazione di nn svoutare del tt
        Mika posso prendere ogni settimana lassativi x svuotare del tt ?

        • Gentile Rosy,

          innanzitutto grazie per averci scritto.

          Le consigliamo di rivolgersi al suo medico di fiducia ed esporre a lui la situazione. Solamente dopo un’attenta valutazione del suo quadro clinico specifico potrà essere formulata una diagnosi e quindi intrapreso un percorso di trattamento per risolvere quanto prima la situazione.

          Laddove volesse avere un ulteriore consulto medico, a questa pagina http://blog.thdlab.it/centri-thd-emorroidi/ può trovare tutti i centri in Italia a cui rivolgersi, specializzati in emorroidi, in cui potrà avere l’appoggio di specialisti della coloproctologia.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      • salve, 4 anni fa ho avuto molto sanguinamento, ma con piccola cura è tornato tutto normale, con accertamenti di colonscopia è risultato emorroidi di secondo grado. oggi dopo 4 anni è ricominciato a sanguinare tanto e con piccola dieta e farmaci tutto ritornato normale, ma dopo visita medica il dottore dice che adesso sono di quarto grado e vanno operate con metodo tradizionale. qual’è cosa consigliate? ma vanno veramente operate? non si puo convivere? grazie.

        • Buongiorno Giovanni,

          le emorroidi di 4° grado sono emorroidi che non si riducono da autonomamente.
          Non è possibile quindi convivere con le emorroidi di 4° grado, in quanto il problema non migliorerà nel tempo da solo.

          L’idea di un’operazione può creare ansie, ma da tutte le testimonianze dei pazienti emerge un’opinione comune: l’intervento delle emorroidi può migliorare in tempi rapidi la qualità della vita della persona.

          La invitiamo quindi a confrontarsi con il suo medico, in quanto solo un medico specialista può consigliarle la metodica più efficace e più adatta al suo caso.

          A presto,
          THD Salute e Benessere

      Lascia un Commento

      L'indirizzo email non verrà pubblicato.

      Disclaimer Questo sito è a scopo puramente informativo e non va inteso come un sostituto del parere medico. Per qualsiasi problema di salute, THD vi invita a consultare il vostro medico curante. Copyright THD Spa © 2015.