Ragadi anali Acute e Croniche: che Differenza c’è?

Le ragadi anali sono piccole lacerazioni localizzate lungo il canale anale che provocano spesso forti dolori.

Se affrontate subito, le ragadi anali possono guarire rapidamente.

Quando però non vengono trattate in modo adeguato generano molti problemi: scopriamo quali.

 

Come si Riconoscono le Ragadi Anali?

Uno dei primi campanelli d’allarme che ci avverte della loro presenza è un dolore acuto all’interno dell’ano.

Tale dolore compare in particolare al passaggio delle feci ed è spesso accompagnato da perdite di sangue rosso vivo.

Le ragadi anali sono localizzate con maggior frequenza nella parte posteriore del canale anale e compaiono spesso a seguito di feci dure, traumi, diarrea o problemi legati al parto.

 

Vuoi Guarire dalle Ragadi Anali?

Scopri Levorag®

 

Cosa sono le Ragadi Anali Acute?

La ragade anale acuta consiste in una lacerazione superficiale nel tessuto del canale anale che se adeguatamente trattata si risolve mediamente in 4 – 6 settimane.

 

Quando diventano Croniche?

Le ragadi anali diventano croniche dopo circa 6 settimane dalla comparsa della lesione iniziale.

In questo stadio i bordi della lacerazione appaiono inspessiti e il taglio arriva a raggiungere le fibre dei muscoli dello sfintere anale interno.

La ragade anale cronica è inoltre spesso accompagnata da un’emorroide sentinella sul bordo dell’ano e, all’estremità opposta, da una papilla anale ipertrofica più in profondità all’interno del canale anale.

 

 

Come si trattano le Ragadi Anali?

Esistono diverse modalità per trattare le ragadi anali.

Per prima cosa è necessario normalizzare la consistenza delle feci al fine di evitare il passaggio di feci dure o diarrea su una zona già lesionata. A questo proposito è importante seguire una dieta bilanciata e ricca di fibre.

Questo approccio può essere accompagnato dall’uso di dispositivi medici specifici per il trattamento della ragade anale.
Levorag® è un coadiuvante per il trattamento della ragade anale acuta e cronica nato dall’esperienza di THD® in ambito colorettale.

 

Soffri di Ragadi Anali?

Scopri Levorag®

 

Cosa fare se le Ragadi Anali non passano?

Il parere medico è comunque sempre fondamentale nel trattamento di ogni patologia, in quanto solo uno specialista può fornire il trattamento indicato per ogni caso specifico.

Per effettuare una visita proctologica con uno specialista, cerca il centro THD® più vicino a casa tua.

 

Cosa succede se non si curano le Ragadi Anali?

Se le ragadi anali non vengono adeguatamente e tempestivamente trattate, possono insorgere diverse problematiche.

In primo luogo si aumenta il rischio di infezioni: la ferita presente è infatti esposta al passaggio di materiale fecale e può più facilmente infettarsi.

E’ quindi sempre necessario curare la propria igiene intima, utilizzando prodotti specifici come Deliclin® Soap.

In secondo luogo, se la ragade anale cronica non viene trattata, la ferita rischia di diventare sempre più profonda fino a coinvolgere le fibre dei muscoli degli sfinteri anali.

Poiché lo sfintere anale interno ed esterno sono i muscoli che trattengono le feci, il loro danneggiamento può favorire l’insorgenza dell’incontinenza fecale.

E’ quindi necessario affrontare le ragadi anali appena si presentano in modo da evitare complicanze o un peggioramento della patologia.

 

Cosa Fare per Evitare che le Ragadi Anali Ritornino?

Le ragadi anali sono un problema che purtroppo, anche se già trattato, a distanza di tempo si può ripresentare.

Ciò può dipendere da scorrette abitudini alimentari o da una predisposizione fisica, come ad esempio nei casi in cui ci sia ipertono sfinterico.

Una semplice visita proctologica e una manometria anale possono dare molte informazioni utili per evitare recidive di questa fastidiosa patologia e riacquistare serenità.

 

Hai sofferto di ragadi anali acute o croniche? Raccontaci la tua esperienza!
E se vuoi ricevere notizie sempre aggiornate su THD Salute e Benessere, iscriviti alla newsletter THD
®.

Trova un centro THD vicino a casa tua!
[wpsl category=”ragadi-anali”]

4 Commenti

  • Una vera sofferenza..il la prima volta ho usato dilatan ed ho avuto risultati sorprendenti…ora l antrolin …andava meglio ma in seguito ad un evacuazione un po dura sento di nuovo fastidi…sto cosi da piu di un mese..ho anche l emorroide sentinella

    • Gentile Irina,

      grazie innanzitutto per averci scritto.

      Per guarire dalle ragadi anali ci sono vari tipi di trattamento.

      Tuttavia per capire quello più indicato al suo caso clinico specifico, la invitiamo a rivolgersi ad un proctologo per una visita più approfondita.

      Solamente dopo aver esaminato attentamente la sua situazione sarà possibile capire come procedere per trovare una soluzione quanto più rapida possibile al suo problema.

      La invitiamo a digitare nella mappa che vede qui sopra la sua città nel campo apposito e così le verranno mostrati tutti i centri più vicini a casa sua a cui rivolgersi per una visita. Per ogni centro infatti troverà nomi dei medici specialisti e numeri di telefono da contattare per prenotare una visita.

      A presto,
      THD Salute e Benessere

Disclaimer Questo sito è a scopo puramente informativo e non va inteso come un sostituto del parere medico. Per qualsiasi problema di salute, THD vi invita a consultare il vostro medico curante. Copyright THD Spa © 2015.